La Deep Brain Stimulation (DBS) è un dispositivo annoverato tra le interfacce-cervello compu-ter e che si qualifica come una promettente soluzione medica per far fronte al decorso di alcune malattie neurodegenerative come il Parikinson. Decenni di utilizzo clinico della DBS hanno permesso di compren-derne gli effetti collaterali e il loro impatto sul PIAAAS (Personality, Identity, Agency, Authenticity, Auto-nomy and Self). In tal senso, per sondare cambiamenti psicologici legati all’uso della DBS si è fatto ricorso a metodi quantitativi, come questionari incentrati su valutazioni di ordine numerico, e metodi qualitativi, che si appoggiano alle esperienze riportate dai pazienti tramite interviste. Questo articolo ha l’obiettivo di evidenziare come, a prescindere dai metodi di indagine utilizzati, la ricerca sia stata sempre focalizzata su-gli effetti collaterali della DBS e gli eventuali cambiamenti sulle dimensioni comprese nel PIAAAS, lascian-dosi sfuggire l’occasione di usare i numerosi dati raccolti per effettuare un’analisi fenomenologica che po-tesse restituirci una descrizione della sintesi uomo-macchina. Per colmare questo iato, proponiamo l’utilizzo sinergico di due metodi di raccolta e analisi dati di origine fenomenologica.

Deep Brain Stimulation e sintesi uomo-macchina: la possibi-lità di una prospettiva fenomenologica / Comerci, Giuseppe; Songhorian, Sarah. - In: RIVISTA INTERNAZIONALE DI FILOSOFIA E PSICOLOGIA. - ISSN 2239-2629. - 15:1(2024), pp. 61-72. [10.4453/rifp.2024.0006]

Deep Brain Stimulation e sintesi uomo-macchina: la possibi-lità di una prospettiva fenomenologica

Sarah Songhorian
Secondo
2024-01-01

Abstract

La Deep Brain Stimulation (DBS) è un dispositivo annoverato tra le interfacce-cervello compu-ter e che si qualifica come una promettente soluzione medica per far fronte al decorso di alcune malattie neurodegenerative come il Parikinson. Decenni di utilizzo clinico della DBS hanno permesso di compren-derne gli effetti collaterali e il loro impatto sul PIAAAS (Personality, Identity, Agency, Authenticity, Auto-nomy and Self). In tal senso, per sondare cambiamenti psicologici legati all’uso della DBS si è fatto ricorso a metodi quantitativi, come questionari incentrati su valutazioni di ordine numerico, e metodi qualitativi, che si appoggiano alle esperienze riportate dai pazienti tramite interviste. Questo articolo ha l’obiettivo di evidenziare come, a prescindere dai metodi di indagine utilizzati, la ricerca sia stata sempre focalizzata su-gli effetti collaterali della DBS e gli eventuali cambiamenti sulle dimensioni comprese nel PIAAAS, lascian-dosi sfuggire l’occasione di usare i numerosi dati raccolti per effettuare un’analisi fenomenologica che po-tesse restituirci una descrizione della sintesi uomo-macchina. Per colmare questo iato, proponiamo l’utilizzo sinergico di due metodi di raccolta e analisi dati di origine fenomenologica.
2024
Deep Brain Stimulation, Effetti collaterali, Sintesi uomo-macchina, Fenomenologia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
1058-5856-2-PB.pdf

accesso aperto

Tipologia: PDF editoriale (versione pubblicata dall'editore)
Licenza: Creative commons
Dimensione 633.85 kB
Formato Adobe PDF
633.85 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11768/159476
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact